info@flordepacifico.com   ITALIA 800.13.43.56 - 0376.253563

Pensionati e contenti

Godersi la pensione in Costa Rica

Il Costa Rica riesce ad offrire opportunità straordinarie e uno stile di vita tranquillo e a misura d’uomo: il posto ideale per chi vuole godere della “pura vida”.

I pensionati in Costa Rica sono in numero crescente e, tra questi, numerosi sono i pensionati italiani che decidono di ottenere la residenza in questo Paese.
Ogni anno la rivista International Living pubblica un “Retirement Index Global” per guidare i pensionati in cerca di paesi esteri in cui trasferirsi. Il Costa Rica nel 2014 si è classificato al quarto posto di questa speciale classifica delle 10 migliori destinazioni al mondo dove andare in pensione. L’indice tiene in considerazione le statistiche sulla qualità della vita, la ricchezza, le infrastrutture, la burocrazia e l’accesso ai servizi sanitari di base. Esso comprende anche opinioni scritte da corrispondenti di riviste e da stranieri provenienti da tutto il mondo.
Il clima caldo tutto l’anno, la stabilità politica, la sicurezza pubblica, il buon sistema sanitario,… hanno permesso al Costa Rica di classificarsi in quarta posizione.
I pensionati in Costa Rica che vogliono ottenere la residenza devono dimostrare di ricevere una pensione mensile fissa di almeno 1.000 dollari, cioè circa 730 euro, dal loro Paese di provenienza. Solo un coniuge deve dimostrare il reddito ed è necessario rimanere nel Paese almeno quattro mesi l’anno. L’aspetto economico è sicuramente importante ed è una delle motivazioni che spinge i pensionati italiani a cercare residenza in Costa Rica. In Costa Rica si ha un risparmio sul costo della vita del 35% circa rispetto all’Italia; è possibile quindi concedersi qualche lusso in più, oltre a quello di vivere in un Paese tropicale dalle mille risorse e bellezze.
Per i pensionati in Costa Rica (i cittadini over 65) è disponibile il programma Ciudadano de Oro. Gli iscritti possono usufruire di corse di autobus gratuite e sconti fino al 50% su occhiali da vista, farmaci, abbigliamento, generi alimentari, e altri prodotti in più di migliaia di rivenditori aderenti in tutto il Paese.

Per i nostri clienti, assistenza legale gratuita!

Pensionati in Costa Rica

Qualche consiglio utile

Per chiunque voglia intraprendere con successo l’esperienza di trasferirsi come pensionato in Costa Rica è importante imparare ad adattarsi a una realtà differente da quella italiana, ma ricca di opportunità per tutte le età. E’ utile imparare il più possibile sulla cultura costaricana e cercare di unirsi alla gente del posto. La parte più interessante del vivere in un Paese estero è quella di conoscere gli abitanti del luogo e la loro cultura; inoltre stando con i costaricensi è possibile conoscere lo spagnolo, e questo consente di comunicare e vivere meglio. Instaurare delle amicizie è facile in Costa Rica per l’amabilità e la gentilezza della maggior parte della popolazione.
Il Costa Rica è un Paese piccolo ma in grado di offrire infinite bellezze in ogni suo angolo, per questo per goderne appieno è consigliato viaggiare per tutto il Paese.
Trasferirsi è un’ottima occasione per imparare ad apprezzare le piccole cose della vita, per reinventarsi dopo la pensione e iniziare una nuova avventura.
Numerosissime sono le attività per i pensionati in Costa Rica, a partire dai grandi sport all’aria aperta. Inoltre belle spiagge, montagne spettacolari e la possibilità di escursioni in paesaggi mozzafiato tengono occupati e felici i pensionati in Costa Rica.
Prima di prendere questa importante decisione è consigliato compiere un viaggio in questo Paese, per imparare a conoscere meglio la realtà locale e per iniziare ad apprezzare tutte le sue bellezze.

Nel Paese si distinguono cinque regioni naturali:

  • Valle Intermontana Centrale, che comprende le città di Cartago, San Jose’, Heredia e Alajuela, le più importanti città del Paese.
  • Pacifico Nord, che comprende l’intera provincia di Guanacaste, Puntarenas ed i cantoni di Esparta, Orotina, San Mateo e Montes de Oro.
  • Sottoversante Nord.
  • Regione Atlantica, che comprende la provincia di Limon ed i cantoni di Turrialba.
  • Alavarado e Jimenez.
  • Pacifico Sud, che comprende gran parte della provincia di Puntarenas.

Le zone più alte si trovano nel centro del Paese mentre quelle pianeggianti, più estese, si affacciano al Mar dei Caraibi e verso il Nord. Lungo il litorale pacifico i pendii sono più bruschi ed originano numerose baie, punte, dirupi e pittoresche insenature.

Quali sono le norme del Costa Rica in materia di immigrazione?

Per quanto riguarda l’aspetto burocratico, è necessario conoscere le leggi del Costa Rica, soprattutto se si ha intenzione di ottenere la residenza.
L’immigrazione in Costa Rica è disciplinata dalla Ley General de Migracion y Extranjera n. 8764 approvata nel marzo 2010. La legge è consultabile nella sua versione integrale nel sito www.migracion.go.cr, sito ufficiale del Dipartimento per l’immigrazione.
La norma disciplina l’ingresso, il soggiorno e l’uscita degli stranieri dal territorio del Costa Rica, in base alle disposizioni della Costituzione, ai trattati e agli accordi internazionali debitamente firmati, ratificati ed entrati in vigore. La materia che regolamenta l’immigrazione in Costa Rica, prima suddivisa tra diversi organi, è ora affidata al Consejo Nacional de Migracion, un organo amministrativo del Ministerio de Gobernacion, Policia y Seguridad Publica e Direccion General de la Migracion y Extranjeria.
In generale, le persone che decidono di visitare il Costa Rica devono presentare un passaporto valido, in buono stato, avente data di scadenza almeno 30 giorni dopo l’ingresso nel Paese, insieme al biglietto aereo di ritorno. Il loro soggiorno all’interno del Paese può avere una durata massima di 90 giorni. Terminato questo periodo, se la persona decide di rimanere all’interno del Paese deve presentare domanda all’Ufficio dei permessi temporanei del Dipartimento di Migrazione. I visti non sono solitamente estesi se non per situazioni speciali, che sono valutate caso per caso.
Se si decide di rimanere nel Paese senza avere avuto il rinnovo del visto, potrebbero sorgere dei problemi nel momento in cui si vuole lasciare il Costa Rica e, nel caso in cui si voglia ritornare, può essere negato l’accesso.
Il titolo VI della legge n. 8764 distingue due categorie di migrazioni: i residenti permanenti e i residenti temporanei.

Ecco chi può ottenere la residenza permanente in Costa Rica:

  • Le persone che, insieme al coniuge o ai familiari consanguinei di primo grado, abbiano beneficiato di una residenza temporanea di almeno tre anni consecutivi
  • Le persone che sono parenti di primo grado per consanguineità con un cittadino costarricense
  • Le persone a cui viene riconosciuto lo status di rifugiato politico dalla Comisión de Visas Restringidas y Refugio

L’autorizzazione ad una residenza temporanea, che prevede la possibilità di entrare e di rimanere in Costa Rica per un tempo determinato che va da 90 giorni a due anni, rinnovabile, è concessa alle seguenti categorie di persone:

  • Il coniuge di un cittadino del Costa Rica
  • I religiosi, che devono essere accreditati presso il Ministerio de Relaciones Exteriores y Culto.
  • Gli agenti, i rappresentanti, i dirigenti ed il personale tecnico di imprese con sede in Costa Rica, compresi i loro coniugi e figli
  • Gli investitori
  • Gli scienziati, i professionisti, gli stagisti ed i tecnici
  • Gli atleti regolarmente accreditati presso il Consejo Nacional del Deporte y la Recreaciónn
  • I giornalisti ed il personale delle agenzie di stampa
  • I rentisti o affittuari
  • I pensionati

Per quanto riguarda la sottocategoria dei pensionati in Costa Rica, viene specificato che essi devono dimostrare di ottenere pensioni permanenti e a cadenza mensile dal loro Paese estero di provenienza, il cui importo non deve essere inferiore ai mille dollari o al suo equivalente (circa 730 euro). 

Per ottenere la residenza temporanea è necessario svolgere un iter burocratico che consiste in una serie di operazioni:

  • Prima di tutto si deve compilare il Formulario de filiación – Solicitud de permanencia legal en Costa Rica, in stampatello, leggibile e firmato (reperibile nel sito della Direccion General de la Migracion y Extranjeria)
  • Deve essere fornita una lettere in cui vengono riportati i motivi per cui si fa richiesta di residenza temporanea. In questa lettera devono essere indicati: il nome completo del richiedente, la sua nazionalità, l’età, la professione, l’indirizzo di residenza e gli indirizzi per le comunicazioni (telefono, mail, fax ecc). La lettera deve essere firmata in presenza di un ufficiale dell’immigrazione o autenticata da un avvocato.
  • Deve essere presentata la ricevuta del versamento di un importo pari a USD 50,00 indicante il nome della persona straniera (il pensionato) che funge da depositante. Il denaro deve essere depositato sul conto 242480-0 del Banco de Costa Rica.
  • Deve essere fornita la ricevuta di versamento per l’importo di ¢ 125 e ¢ 2,50 per ogni foglio presentato con la domanda di residenza. Anche in questo caso deve essere indicato il nome della persona straniera (il pensionato) come depositante.
  • Devono essere allegate due fotografie formato tessera recenti.

Inoltre devono essere forniti:

  • La prova della registrazione dei marchi presso il Ministero della Pubblica Sicurezza
  • La prova dell’iscrizione consolare. I requisiti per tale iscrizione saranno determinati presso il consolato pertinente
  • Il certificato di nascita della persona straniera (il pensionato), fatta nel Paese di origine e debitamente legalizzato
  • La fedina penale del Paese straniero di origine o del Paese in cui il pensionato ha risieduto legalmente negli ultimi tre anni, debitamente autenticata.
  • La fotocopia di tutte le pagine del passaporto. La fotocopia deve essere certificata o confronta con l’originale davanti ad un funzionario oppure davanti ad un notaio.
  • Si deve dimostrare tramite adeguata documentazione di godere di pensione vitalizia di importo non inferiore a mille dollari statunitensi al mese o l’equivalente in Colones al tasso di cambio determinato dalla Banca Centrale del Costa Rica. Se la certificazione è rilasciata all’estero deve essere debitamente autenticata.
  • Per il/la coniuge, per i figli sotto ai 25 anni e per i figli oltre i 25 anni con disabilità, oltre ai requisiti specificati sopra, si deve dimostrare il legame con il pensionato fornendo la documentazione debitamente autenticata.

NOTE IMPORTANTI

  • La domanda di soggiorno deve essere fatta quando la persona si trova legalmente in Costa Rica, quindi se il richiedente è provvisto di un visto non scaduto.
  • Se la persona entra in Costa Rica come turista e vuole fare domanda per una residenza temporanea deve depositare un’ulteriore somma di denaro pari a USD 200,00 sul conto 242480-0 del Banco de Costa Rica per il cambio di categoria del visto. Il denaro deve essere depositato in Clones costaricensi.
  • Tutti i documenti provenienti dall’estero devono essere opportunamente autenticati dal Console del Costa Rica nel Paese straniero di provenienza e autenticati dal Ministero degli Affari Esteri e del Culto del Costa Rica. Le certificazioni emesse dalle autorità consolari del Paese di origine della persona straniera (il pensionato) in Costa Rica sono valide solo nel caso esista un corrispondente accordo con la Direzione Generale per il rilascio di questi documenti.
  • La documentazione fornita non in lingua spagnola deve essere accompagnata da una traduzione corrispondente in spagnolo, rilasciata da un traduttore ufficiale o tradotta da un notaio che conosce la lingua.
  • Gli stranieri il cui Paese di origine non ha una rappresentanza diplomatica in Costa Rica non devono presentare la registrazione consolare.
  • Questi cittadini devono presentare però una certificazione rilasciata dal Ministero degli Esteri del Costa Rica che indica l’assenza di rappresentanza diplomatica.
  • Per i documenti rilasciati all’estero, a meno che non venga specificata la durata della loro validità, la data di emissione del documento non può essere superiore a sei mesi.
  • La certificazione presentata dalla persona facente domanda deve essere o originale o una copia debitamente certificata da un notaio o da un funzionario pubblico.

E’ bene tenere presente che le normative del Costa Rica sono soggette a modifiche, per cui si consiglia di controllare le eventuali variazioni nel sito della Direzione Generale dell’immigrazione in Costa Rica, oppure di verificare le informazioni fornite dal Consolato Generale del Costa Rica in Italia e dall’Ambasciata d’Italia in Costa Rica.

Comments are closed.